Consorzio Ecolight, Consorzio Ecopolietilene ed Ecolight Servizi: non si ferma l’impegno per l’ambiente

È uno scenario assolutamente nuovo quello che ci troviamo ad affrontare, ma nel quale non dimentichiamo la nostra storia, la nostra professionalità e la necessità di costruire fin da oggi il futuro. In un’emergenza sanitaria che non ha precedenti, non si ferma l’impegno per l’ambiente del Consorzio Ecolight, del Consorzio Ecopolietilene e di Ecolight Servizi. Continua la volontà di essere vicini alle aziende e agli operatori che si occupano della raccolta, della logistica e del trattamento dei RAEE, delle pile e degli accumulatori esausti e dei rifiuti professionali.

Mettendo in campo un assetto nuovo, in linea con le prescrizioni normative, il Sistema Ecolight è sempre in grado di garantire la continuità operativa nel rispetto della sicurezza di tutti gli operatori.

Grazie a sistemi gestionali efficienti che consentono una presenza costante e un monitoraggio dei flussi senza soluzione di continuità, Consorzio Ecolight, Consorzio Ecopolietilene ed Ecolight Servizi sono in costante contatto con tutti gli operatori della filiera che stanno facendo un grande sforzo (logistica, impianti, isole ecologiche, Centro di Coordinamento RAEE, Centro di Coordinamento Nazionale Pile e Accumulatori) per attuare un lavoro di squadra capace di dare risposte in un  momento particolarmente complesso.

 

Il Sistema Ecolight è sempre in ascolto delle richieste:

L’obiettivo è gestire le necessità provenienti dall’ambito professionale ([email protected]) e dalla GDO ([email protected]).

I consorziati possono trovare un punto di riferimento per avere assistenza tecnica e procedurale:

Continuate a seguirci sui nostri canali:

http://www.ecolight.it

https://www.linkedin.com/company/consorzio-ecolight/               https://www.facebook.com/consorzioecolight/ https://ecolightservizi.it https://www.linkedin.com/company/ecolight-servizi/

 

Anche in questo momento difficile, il Sistema Ecolight vuole essere vicino a tutte le aziende e cercare di rivolgere lo sguardo ad un futuro che ci vedrà ancora una volta protagonisti, insieme, dell’economia circolare.